incontri adulti cesena MARTINSICURO – Notte impegnativa, quella trascorsa di Carabinieri della compagnia locale. I militi hanno infatti tratto in arresto tre persone, eseguendo altrettante ordinanze emesse dai Tribunali di Fermo e di Ancona. Tutti i fermati risiedono a Martinsicuro e devono scontare una pensa residua, per reati dei quali sono già stati riconosciuti copevoli.

migliori siti per rimorchiare Il primo caso è il più serio. Un uomo di 74 anni, G.C., è stato trasferito nel carcere di Castrogno, per tentato omicidio. L’anziano dovrà qui soggiornare per i prossimi tre anni e due mesi. Nel gennaio del 2008, tentò di uccidere l’ex compagna, con la quale conviveva ad Altidona. Aggredì la donna, all’epoca cinquantacinquenne, armato di cacciavite. L’ex compagna, fu raggiunta da alcuni fendenti.

cerco ragazza russa Gli altri due fermati invece, sono stati accompagnati nelle loro rispettive abitazioni e sottoposti agli arresti domiciliari.

bakeca annunci personali brescia Il primo è A. D. G. di 33 anni, martinsicurese. Deve espiare un residuo di pena di sei mesi, dopo essere stato dichiarato colpevole di ricettazione, tentata estorsione, lesioni personali aggravate e guida senza patente. I fatti che gli sono stati contestati, sono accaduti nelle Marche durante un periodo lungo un decennio, compreso tra il 2005 ed il 2015.

meetic in italiano L’ultimo ad essere arrestato è stato A. S., trentasettenne anch’egli del posto. Dovrà scontare una pena residua di due mesi, per violazione degli obblighi dell’assitenza famigliare. Il reato a lui contestato è accaduto a Monsampolo del Tronto, dal dicembre del 2012 al luglio del 2013, ai danni dell’ex moglie.